Blog: http://ariafritta.ilcannocchiale.it

...


“Ricompaiono figure mitologiche che credevamo defunte negli anni Trenta – l’Arabo, l’Europeo, il Cristiano europeo, l’Islamico, l’Americano –, ciascuna dotata di un carattere proprio che si riprodurrebbe come un patrimonio genetico in ciascun appartenente a quella tipologia umana. Questi miraggi sono prodotti da un pensiero, detto essenzialista o culturalista, che ignora gli interessi concreti senza i quali i conflitti tra «culture» o «civiltà» non avrebbero luogo, o almeno mai con quella intensità. Fascinati dalle scorciatoie suggerite dal culturalismo, i media occidentali da anni discutono di predisposizioni arabe, europee, statunitensi; di cristianesimo versus islam, di destini manifesti, di «nostri valori», di «invasioni islamiche», di civiltà inconciliabili, di religioni della guerra e dell’amore, insomma di tutto tranne che della dura faccenda spesso nascosta dietro queste rappresentazioni grandiose: il petrolio.”

(RAMPOLDI, GUIDO: I giacimenti del potere; Mondadori; Milano; 2006; pag. 22)


Pubblicato il 6/12/2007 alle 22.4 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web